Di Sosta in sosta

Made in Italy

Tacchi

Lavorazione artistica del legno d'Ulivo

Via Garibaldi 22, 22021 -  Bellagio (CO)
TacchiTacchi

L’antica arte della lavorazione del legno compare da queste parti in un’epoca remota, che non è possibile datare con precisione. Quello che è sicuro è che gli ulivi, copiosi, arrivarono in zona con la colonizzazione operata dai Romani e la conseguente contaminazione culturale con la Magna Grecia, che proprio la conquista romana favorì. La lavorazione del legno di ulivo fa la sua comparsa a Bellagio in quel periodo. Si tratta di una tradizione che, nonostante i millenni trascorsi, non è ancora estinta. Merito delle meravigliose e particolari venature di questo legno, unico, e della passione senza tempo di famiglie come i Tacchi, la cui bottega artigiana è dal 1855 sinonimo di lavorazione del legno d’Ulivo. Arrivati a Bellagio da Zebbio, un vicino paesino di montagna, i Tacchi impararono la lavorazione di questo legno in riva al lago di Como, dove la diffusione del turismo costituì un incentivo alla fabbricazione del legno. Il tempo, le guerre e alcune situazioni sfortunate hanno decimato i custodi di quest’arte antica, dal sapore millenario e oggi, Luigi e suo figlio Mario sono gli unici a mantenere viva questa antica tradizione. Il negozio-laboratorio – abitazione dei Tacchi, su cui troneggia in cima a una montagna di trucioli l’immancabile tornio, ha al centro un antico pozzo di acqua potabile. Nelle teche, quello che va in scena è un autentico tripudio di taglieri, posate, portatovaglioli, vassoi, tegami, tappi, uova in legno, porta-uova e ciotole. In legno di ulivo, ovviamente. (M.V.)