Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Stefano Mango. Nettuno mi può giudicare

Universo marino

D'Ayala | Napoli | 03/05/2013 - 11/05/2013
Stefano Mango. Nettuno mi può giudicare

Si inaugura venerdì 3 maggio 2013, alle ore 18.00 al D’Ayala 6 – Deposito d’arte di Napoli, Nettuno mi può giudicare, la personale di Stefano Mango, alla sua prima esperienza espositiva.

È un omaggio al mare e alle sue creature quello che Stefano Mango, architetto e designer napoletano dipinge, disegna e modella su tavole di legno, tele e cartapesta. Code di pesce, branchi di “paranza”, teste e pinne colorate animano un favolistico universo marino, sul quale veglia, da sempre, mitico e indisturbato, il dio potente dei mari. È il Mediterraneo, quel Mare Nostrum legato ai suoi popoli in modo emotivo e viscerale, che emerge nella dolcezza delle scelte cromatiche dell’autore, nel suo approccio a uno stile sincero e incantato, ma mai naif.

Con la sua visione meravigliosamente ironica e poetica, Mango invita a riappropriarsi di un rapporto diretto e immediato con il mare, lontano da qualsiasi tipo di “inquinamento”. E lo fa con elegante discrezione e sincera determinazione, lasciando rievocare ricordi d’infanzia e pezzi di memoria collettiva, e trasmettendo un senso e un sentimento di appartenenza al profondo mare, risorsa amata e bistrattata, simbolo dell’identità di una città, e non solo riferimento geografico di chi è nato in questi luoghi.

Alle pareti del Deposito D’Ayala cernie, saraghi, ricciole e pesci di fantasia osservano, silenziosi, gli avventori. Stilizzati ed esaltati da colori brillanti e vivaci, si lasciano ammirare nelle loro linee armoniche, senza nessun rumore inutile, senza nessun frivolo ornamento. Gli occhi si riempiono di colori e vengono rassicurati da una preziosa essenzialità: il mare come una via di fuga dalla più assordante “terra”.