Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Sguardi luminosi

Marco Cingolani e la sua Scuola di Pittura

Mirafiori Galerie | Torino | 06/02/2013 - 05/03/2013

Il quarto appuntamento espositivo del ciclo curato da Guido Curto alla Mirafiori Galerie coinvolge un grande maestro e i suoi studenti della scuola di Pittura. Sarà infatti Marco Cingolani a farci entrare nel rapporto privilegiato con i suoi allievi e nella riflessione intorno al ruolo della formazione artistica. Cingolani ha trasmesso loro l’attenzione allo sguardo, fondamentale per la formazione del giovane pittore che registra tutte le informazioni del mondo: “Nella mostra metteremo in scena il nostro sguardo luminoso, una forma di relazione con i modelli artistici e con il proprio corpo, una relazione fisica, fatta di incontri e amicizie, di opere finite, opere in corso e opere sbagliate. Una forma di relazione con l’arte che è intima confidenza e sfacciata impudenza, esposta allo sguardo del pubblico. In principio era lo sguardo… i risultati arrivano sempre dopo”. Gli spazi della Mirafiori Galerie saranno dunque occupati da fotografie a grandezza naturale degli studenti accanto alle loro opere, intervallate da riflessioni, disegni, oggetti ed elaborati sul ruolo dell’Accademia e della trasmissione del sapere attraverso una scuola d’arte. Per l’occasione verranno anche usati materiali della comunicazione pubblicitaria di Fiat, Lancia e Alfa Romeo rielaborati e trasformati ad arte. Marco Cingolani interverrà direttamente sulle gigantografie assieme agli studenti. Marco Cingolani nasce a Como nel 1961 e si trasferisce a Milano nel 1978 dove inizia a frequentare l’ambiente creativo underground, in cui l’arte si mischia con la moda e la musica punk. Il lavoro di Marco Cingolani, sin dagli esordi, ha sempre cercato di annullare il potere normativo delle immagini mediatiche, sottoponendole alla cura radicale dell’artista, certo che l’arte offra un punto di vista decisivo per l’interpretazione del mondo. Dopo aver partecipato a numerose mostre collettive, gli vengono dedicate importanti mostre antologiche presso prestigiose istituzioni pubbliche.