Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

Santa Caterina del Sasso

Arte e fede sul lago Maggiore: alla scoperta dell’eremo più celebre della sponda lombarda

Via Santa Caterina, 13 - 21038  Leggiuno (Va)
Santa Caterina del SassoSanta Caterina del Sasso

Situato nella località di Leggiuno, in provincia di Varese, l’eremo di santa Caterina colpisce per la sua posizione abbarbicata su uno sperone di roccia, a picco sul lago. La sua origine è legata a Beato Alberto Besozzi, ricco mercante che dopo essere sopravvissuto a un nubifragio, vi si stabilisce per dedicarsi a vita eremitica. All’iniziale sacello dedicato a Santa Caterina d’Alessandria del XII secolo, si aggiungono successivamente altre due chiese, ciascuna seguendo uno stile ben preciso. Nel 1587, le cappelle vengono fuse in un unico edificio, che mantiene ancora oggi tutte le sue peculiarità. Vi si accede attraverso un portico affrescato da Aurelio Luini, figlio del più celebre Bernardino; all’interno della chiesa affreschi di epoche diverse riescono a coesistere in un unicum quasi perfetto. Sul fondo, oltre alla salma del Beato, un buco sul soffitto ricorda quanto successo nel corso del Settecento, quando cinque massi caduti dalla roccia restarono per tre secoli imprigionati nel soffitto. I vani del vicino monastero – oggi benedettino – non sono tutti visitabili, tuttavia si prolungano verso il lago con due suggestivi portici, formando una splendida cornice a strapiombo sulle dolci acque del lago. Il complesso è raggiungibile via lago, oppure via terra, percorrendo un paesaggistico sentiero di 267 gradini. (Giuliana Ponzellini)