Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

Pinacoteca Nazionale

Il Museo "Napoleonico"

Via Belle Arti, 56 - 40126   Bologna
Pinacoteca Nazionale di Bologna

La Pinacoteca nazionale di Bologna sorge nella città pubblica, nei pressi della zona universitaria, sin dall’età barocca, con il solo scopo di conservare la gloriosa tradizione pittorica bolognese. Al suo interno sono presenti tutte quelle opere d’arte che, nei secoli, segnarono la storia della fortuna della città e della sua scuola artistica. Nello stesso edificio si trova l’Accademia di Belle Arti e la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Bologna, così da costituire un complesso dove si fondono esposizione, tutela, conservazione e studio del patrimonio storico, artistico, cittadino e regionale. Le condizioni concrete per l’erezione di un istituto museale si verificarono nel 1712, con la nascita dell’Accademia Clementina, la prima scuola d’arte della città. A partire dal 1794 il vento illuminista e la tempesta napoleonica travolsero Bologna insieme a città e monasteri, ma la Pinacoteca Nazionale di Bologna resta tutt’ora un prezioso uno scrigno di postura bolognese dal Trecento al Settecento, con artisti di spicco quali Giotto con il suo Polittico, Raffaello con la Santa Cecilia, Vitale da Bologna, Dalmasio, Simone di Filippo ecc. Con le sue trenta sale espositive, è unanimente riconosciuta come una delle più moderne ed importanti Gallerie nazionali, molto apprezzata anche all’estero. (Marta Pangrazi)