Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

Pinacoteca di Brera

Collezionismo di stato

Milano
Pinacoteca di Brera

Nata nel 1776 per volere di Maria Teresa d’Austria, la Pinacoteca di Brera è ubicata nelle sale dell’omonimo palazzo d’impronta tardo-barocca. Istituita inizialmente a fini didattici, congiuntamente all’Accademia di Belle Arti, venne trasformata in museo celebrativo da Napoleone, esponendo le tele confiscate dalle truppe francesi nei territori occupati del Regno Italico. Un patrimonio pittorico proveniente, quindi, non dal collezionismo privato bensì da quello politico, di stato. A questi, progressivamente, si assommarono dipinti requisiti da chiese e conventi in seguito all’abrogazione di alcuni ordini religiosi, andando a costituire un corpus di opere sacre che diverrà predominante nelle gallerie della Pinacoteca. Nel corso degli anni la collezione verrà incrementata anche da lasciti, cambi e acquisti. L’area museale si compone di trentotto sale di diversa metratura impreziosite da nomi come Correggio, Rubens, Tiepolo, Caravaggio, Boccioni, Modigliani, Marini, solo per citarne alcuni. (Antonino Di Vita)

Info: www.brera.beniculturali.it