Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Palermo Marathon Tango Festival

“Il tango sfida gli anni affaccendati di polvere e di tempo”

Palermo | 31/01/2013 - 03/02/2013

Scriveva Jorge Luis Borges: “Vivono nelle corde e nella musica / della tenace chitarra operosa / che concerta in milonghe fortunate / la festa e l’innocenza del coraggio. / Gira la gialla ruota della giostra / di cavalli e leoni e mi raggiunge / l‘eco dei tanghi di Greco e di Arolas / che vidi un tempo danzare per strada, / in un istante che affiora isolato, / senza prima né poi, contro l‘oblio, / e ha il sapore di quel che abbiamo perso, / che abbiamo perso e a un tratto ritrovato. / Vi sono cose antiche in quegli accordi, / la pergola intravista, l‘altro patio. / (Dietro, i suoi muri sospettosi il sud / ha in serbo una chitarra e un pugnale). / Quest‘incantesimo, questa ventata, / il tango, sfida gli anni affaccendati; / di polvere e di tempo, l‘uomo dura / meno della leggera melodia, / che è solo tempo. Il tango crea un torbido / passato ch‘è irreale e in parte vero, / un assurdo ricordo d‘esser morto / in duello, a un cantone del sobborgo”.  Dal 31 gennaio al 3 febbraio va in scena la prima edizione dell’International Palermo Marathon Tango Festival. Riflettori accesi sulla città di Palermo; quattro giorni full immersion di puro tango con tre delle coppie di maestri, ballerini e coreografi di tango argentino più bravi e famosi nel panorama internazionale. Si esibiranno e terranno gli stage per la prima edizione del Palermo Marathon Tango Festival i ballerini professionisti Miguel Angel Zotto y Daiana Guspero, Sebastian Arce y Mariana Montes, Adrian Veredice y Alejandra Hobert, Simone Forte y Alessia Russotto. E inoltre, tra  milonghe pomeridiane e milonghe serali, si alterneranno alla consolle dj di fama internazionale (Supersabino, Mauro Berardi, Ewa Zbrzeska, Valeria Norcia, Sergio Piscitello). Magnifiche le location scelte per l’occasione: il Kals’Art (l’ex deposito Locomotive di Sant’Erasmo, sito in via Messina Marine, vicino al molo di Sant’Erasmo e alla foce del fiume Oreto, uno spazio polifunzionale ottimo esempio di archeologia industriale) e il sontuoso Grand Hotel et des Palmes (capolavoro liberty nato nel 1874 dalla vecchia casa patrizia degli Ingham-Whitaker).

 

Info: http://www.palermotangofestival.it