Di Sosta in sosta

Made in Italy

Museo della Calzatura Villa Foscarini-Rossi

L'arte calzaturiera italiana

Via doge pisani, 1-2 30027   Stra (VE)
Museo della Calzatura

Villa Foscarini, una delle residenze della nobiltà veneziana del ‘600 che costellano le rive del Brenta, dal 1995 conserva la collezione di oltre 1.700 calzature femminili della ditta Rossimoda. Il Museo è stato fortemente voluto da Luigino Rossi, presidente e amministratore delegato del calzaturificio, per ripercorrere la storia dell’azienda di famiglia (oggi giunta alla terza generazione) e delle sue collaborazioni con le più prestigiose case di moda (Fendi, Ungaro, Genny, Calvin Klein, Givenchy…). Una storia che s’intreccia con quella del distretto calzaturiero del Brenta, noto in tutto il mondo per l’eccellenza raggiunta nella produzione di calzature femminili griffate, cominciata già nel 1260 con la Scuola dei “Calegheri” veneziani, trasferitisi in terraferma a seguito delle invasioni napoleoniche.
Oltre alle calzature prodotte in cinquant’anni di alta moda, esposte secondo un percorso tematico che valorizza il contributo delle singole maison e la cifra stilistica dei diversi designer, il Museo conserva una raccolta di calzature veneziane del ‘700-‘800 di proprietà della famiglia Rossi, oltre a un piccolo laboratorio che permette di osservare l’evoluzione della lavorazione artigianale dei cuoi e tessuti dai primi del ‘900 ai tempi moderni.
Negli antichi saloni della Villa sono esposte opere d’arte figurativa che hanno per soggetto la scarpa, come i collage in carta dorata e gli acquerelli Andy Warhol, i dipinti di Allen Jones, i quadri di Jim Dine e Anselmo Anselmi e i bozzetti di stilisti come Karl Lagerfeld e Rebecca Moses. L’intero complesso, recentemente restaurato, è aperto al pubblico (anche con laboratori didattici e visite guidate destinate alle scuole) ed è utilizzato anche come sede di convegni, meeting, ricevimenti, concerti, esposizioni.
(Paola Biribanti)

 

Info: www.villafoscarini.it