Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

Museo d’Arte e Scienza

L'autenticità dell'arte

Via Q. Sella, 4 (Piazza Castello) - 20121  Milano
Museo d’Arte e Scienza

La città di Dresda, intorno al Novecento, è il centro della pittura europea, e la famiglia Matthaes, che di Dresda è originaria, non può che avere l’arte nel sangue. Così, dopo aver fondato una scuola di pittura i Matthaes si trasferiscono a Berlino, dove realizzano una importante collezione sull’arte greco-romana, classificata come “di eccezionale interesse storico-culturale”. Le collezioni di famiglia passano poi a Gottfried Matthaes, fisico inventore e collezionista che, dopo aver inventato il chip, lascia l’industria per dedicarsi all’accertamento del falso nell’arte, e a tale tematica dedica l’unico museo al mondo dedicato all’accertamento dell’autenticità nell’arte – questo – brevettando anche un sistema per la datazione spettroscopica degli oggetti in legno. L’attuale museo fu aperto nel 1990, quando Gottfried acquistò gli spazi espositivi nel Palazzo Bonacossa. Il legame profondo con la figura di Leonardo Da Vinci porta Gottfried Matthaes a creare, nel 2003, due esposizioni didattiche permanenti sul genio vinciano: una dedicata ai 20 anni di intensa attività milanese alla corte degli Sforza, l’altra dedicata a una delle opere più significative di Leonardo, che è anche una delle meno conosciute, “Il Trattato della Pittura”. Da un’accurata selezione dei numerosi pezzi provenienti dalla Thailandia, Birmania, Cina e Giappone, è nata nel 2010 la mostra permanente dal titolo “L’Arte Buddhista dell’Asia Orientale”. Ora il museo è gestito da due dei cinque figli di Gottrfried Matthaes, Peter e Patrizia, i quali, manco a dirlo, proseguono egregiamente nella tradizione di famiglia.

 

Sconto del 50% sul biglietto di ingresso