Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

MAO – Museo d’arte orientale

Palazzo Mazzonis

Via S. Domenico, 9/11 - 10128  Torino
MAO

Tra le tante meraviglie presenti nel capoluogo piemontese, il MAO non dovrebbe mancare fra le visite irrinunciabili a Torino, rappresentando una delle pochissime opportunità di incontro con la cultura orientale. Inaugurato nel 2008, ospita una delle più ampie raccolte asiatiche d’Italia, grazie alle collezioni precedentemente conservate al Museo Civico d’Arte e al contributo di reperti provenienti da collezioni della Regione Piemonte, della Compagnia San Paolo e della Fondazione Agnelli. L’allestimento interno è curato dall’architetto Andrea Bruno. Il museo è ospitato nel seicentesco Palazzo Mazzonis e in cinque piani di esposizione incontra la cultura indiana, cinese, giapponese e araba. La visita è introdotta da un significativo giardino zen all’ingresso che dà la misura di ciò che viene richiesto al visitatore. La dimensione museale è infatti molto intima, con luci soffuse, colori caldi e stanze molto silenziose: una palese richiesta di predisposizione mentale e spirituale da assumere per vivere appieno il clima. Il piano terra si apre verso l’Asia Meridionale con collezioni dell’India, del Gandhara e parte del sudest asiatico. Il primo piano è invece dedicato alla Cina con reperti che coprono quasi quattro mila anni di storia. Salendo, il Sol Levante fa da padrone e le stanze sfoggiano meravigliosi dipinti, libri, statue e la magnificenza di armature samurai in seta e oro dei secoli XII e XVII. Il terzo piano è invece dedicato all’area dell’Himalaya con l’arte buddhista e tibetana, mentre l’ultimo livello abbraccia i paesi islamici con manoscritti del Corano, pergamene d’oro e poesie persiane. Le collezioni cambiano sovente e non mancano appuntamenti fra conferenze e dibattiti, spesso gratuiti, che accompagnano la vita del museo. (Massimiliano Finotti)

 

 

 

Sconto del 20 % sul biglietto d'ingresso