Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Madí. Una geometria oltre le regole

Il trionfo della poligonalità

Atelier del Tadini | Lovere (BG) | 23/06/2012 - 26/08/2012

Poligonalità, accorpamento delle superfici dipinte, abolizione delle cornici, distruzione dei limiti e dei condizionamenti imposti dalla tradizione geometrica, nuove soluzioni, nuove forme, nuove dimensioni… La mostra dedicata al Madí, il longevo movimento artistico fondato a Buenos Aires nel 1946 da Carmelo Arden Quin ed altri artisti, diventa un ottimo pretesto per visitare Lovere e l’Accademia Tadini. La curatela della rassegna – organizzata dalla Galleria Marelia arte moderna e contemporanea in collaborazione con l’Accademia Tadini e con il sostegno della Fondazione Credito Bergamasco – è affidata a Paola Silvia Ubiali e Angelo Piazzoli. Sono esposte opere dei seguenti artisti: Carmelo Arden Quin, Angelo Giuseppe Bertolio, Dominique Binet, Bolivar, Gaël Bourmaud, Jean Branchet, Jean Charasse, Elisabetta Cornolò, Franco Cortese, Marian Drugda, Mirella Forlivesi, Reale F. Frangi, Joël Froment, Aldo Fulchignoni, Yumiko Kimura, Alberto Lombardi, Gino Luggi, Enea Mancino, Jaildo Marinho, Vincenzo Mascia, Renato Milo, Giuseppe Minoretti, Mitsouko Mori, Judith Nem’s, Gianfranco Nicolato, Antonio Perrottelli, Marta Pilone, Gaetano Pinna, Giuseppe Rosa, Albert Rubens, János Szász Saxon, Philippe Vacher, Piergiorgio Zangara.

 

Info: www.galleriamarelia.it

www.accademiatadini.it