Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Le tragedie greche a Siracusa

Un'emozione senza tempo

Teatro greco | Siracusa | 09/05/2014 - 22/06/2014
Le tragedie greche a Siracusa

Una stagione più lunga del solito, quella che quest’anno l’Inda, l’Istituto nazionale del dramma antico, ha allestito nella cavea di uno dei più prestigiosi teatri di pietra del mondo, quello greco di Siracusa. Un ciclo già partito il 9 maggio, che si concluderà il 22 giugno sull’onda dei molti messaggi universali veicolati dai drammi classici. Uno su tutti, il pathei mathos, ovvero: la conoscenza deriva dalla sofferenza. Sette fitte settimane di spettacoli in cui quattro grandi opere si dividono in tre serate, a partire dal crepuscolo. Sono l’Agamennone, le Coefore e le Eumenidi, la trilogia di Eschilo famosa con il titolo di Orestea (di cui le Coefore e le Eumenidi vengono rappresentate nella stessa sera), e Le Vespe, di Aristofane. Una scelta legata ai grandi numeri di ricorrenze importanti. Si tratta infatti del 50° ciclo di rappresentazioni classiche, ma anche del centenario dell’Inda, fondazione nata dall’iniziativa del conte Mario Tommaso Gargallo, che dal 1914 ravviva il connubio tra cultura e spettacolo, confermando le rappresentazioni classiche come il principale evento culturale dell’inizio dell’estate in Sicilia. Un successo costruito per lungo tempo attraverso cicli biennali di recite e, da circa un decennio, replicato e ampliato grazie a un calendario a cadenza annuale, in cui tutte le più importanti tragedie del mondo greco vengono proposte al pubblico anche con rivisitazioni innovative, spesso discusse ma sempre collegate alle problematiche attuali della convivenza umana e del rapporto dell’uomo con il mistero. Come da tradizione è di alto livello la compagine di attori che da maggio calcano il magnifico palcoscenico sul Colle Temenite. Alcuni sono nomi famosi, come Ugo Pagliai, Piera degli Esposti, Paola Gassman e Elisabetta Pozzi. Dal 14 al 20 luglio, il 50° Ciclo di Spettacoli Classici dell’Inda, fondazione attualmente commissariata e in attesa del rinnovo dello statuto e della formazione del nuovo consiglio di amministrazione, parteciperà al 18° Festival Internazionale del Dramma Antico Greco a Cipro. (Antonio Schembri)