Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

La chiesa di Santa Maria in Binda

Il fascino di iconografie antiche

Via Alzaia 20020 -  Nosate (MI)
La chiesa di Santa Maria in BindaLa chiesa di Santa Maria in Binda

Percorrete la lunga pista ciclabile che affianca il corso del Naviglio Grande, arrivate a Nosate, scendete dalla sella della vostra bicicletta ed entrate a visitare uno degli edifici più antichi della zona dell’Altomilanese. Si tratta della Chiesa di Santa Maria in Binda, le cui origini risalgono all’VIII secolo. Sebbene più volte rimaneggiata nel corso dei secoli, la chiesetta non perde il suo fascino primitivo. L’interno, costituito da un’unica navata, è ampiamente decorato da affreschi in parte rovinati ma ancora quasi del tutto leggibili. I soggetti rappresentati sono di notevole interesse, in particolare quelli della parete di sinistra. Nel registro superiore si ripete per sette volte consecutivamente l’immagine della Madonna in trono con il Bambino, a ognuna delle quali è assegnato un diverso significato simbolico. Al di sotto di questa insolita ripetizione iconografica, una serie di scheletri e uomini si uniscono in una danza detta macabra: i primi infatti raffigurano la morte, mentre i secondi abbigliati diversamente rappresentano le varie classi sociali, dalle più umili alle più ricche. Tale scena ricorda che davanti alla morte si è tutti ugualmente impotenti, indipendentemente dal fatto di essere contadini o principi. Quest’affresco, come gli altri presenti sulla parete di destra, è stato realizzato all’inizio del XVI secolo da Giovanni Maria De Lione (o De Leone) della Castellanza, del quale però non si hanno cenni biografici. La singolarità di queste pregiate decorazioni rende la visita della piccola Chiesa di Santa Maria in Binda davvero unica e imperdibile. (Nicoletta Saveri)