Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Keith Haring. Il Murale di Milwaukee

A tutto neo-pop!

Reggia di Caserta (CE) | 02/06/2012 - 04/11/2012

Il Murale di Milwaukee del famoso writer statunitense sarà esposto nella Sala dei Porti, nel percorso di visita degli appartamenti settecenteschi del Palazzo Reale di Caserta, dal 2 giugno al 4 novembre 2012. L’iniziativa, promossa dalla Soprintendenza di Caserta e Benevento, organizzata e prodotta da Alef – Cultural project management, in collaborazione con il Patrick and Beatrice Haggerty Museum of Art, Marquette University, Milwaukee, WI, è a cura di Wally Mason, direttore del Museo del Wisconsin. Il Murale di Milwaukee è una delle più significative opere di Keith Haring. Lungo trenta metri e alto due metri e mezzo, è costituito da 24 pannelli in legno realizzati nell’aprile del 1983 dall’artista, invitato dall’Università Marquette di Milwaukee a creare una gigantesca realizzazione sul luogo in cui sarebbe sorto il nuovo museo Haggerty. Entrambe le pareti sono dipinte. Sulla prima è raffigurata una sequenza ininterrotta di bambini a quattro zampe e di cani che abbaiano (barking dogs). L’altra è più complessa e presenta una maggiore varietà di immagini il cui tema dominante sono le figure danzanti ispirate ai ballerini di breakdance. A queste si affiancano altre celebri icone della sua arte: il televisore con le ali, il cane, l’uomo con la testa di serpente. Il centro del murale è occupato da un ballerino che al posto della testa ha un televisore con il numero 83 disegnato sul monitor. Questo lato termina con un’altra delle immagini simbolo di Haring: la faccia con tre occhi che fa la linguaccia. L’allestimento espositivo realizzato nella Sala dei Porti è arricchito da fotografie e da un video che documentano le fasi della realizzazione e dai disegni fatti da Haring per l’occasione.

 

Info: www.reggiadicaserta.beniculturali.it