Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Festival internazionale degli aquiloni

Emozioni a naso in su!

San Vito lo Capo (TP) | 01/11/2013 - 03/11/2013
Festival internazionale degli aquiloni

Se la stagione balneare è chiusa da ormai un mese, i litorali della Sicilia fanno in molti casi eccezione, anche a novembre. Nei tiepidi giorni che precedono la cosiddetta estate di San Martino, la spiaggia e gli scenari naturali di San Vito Lo Capo faranno da cornice al Festival Internazionale degli Aquiloni, che dal 1 al 3 novembre celebrerà la sua quinta edizione. Intitolato ‘Emozioni a naso in su!’, l’evento, organizzato dalla società Trapani Eventi , mira a destagionalizzare i flussi turistici nella località marinara trapanese, famosa per il suo mare e le tradizioni gastronomiche legate al cous cous. L’obiettivo di attirare migliaia di visitatori lungo la famosa spiaggia bianca di san Vito è infatti fissato, per la prima volta, in pieno autunno, diversamente dalle precedenti edizioni, in cui si svolgeva nel mese di maggio. Turisti e curiosi verranno coinvolti in un ricco programma di microeventi, all’insegna del connubio tra poesia e arte: nei tre giorni della kermesse si esibiranno aquilonisti italiani e internazionali, che lanceranno al vento i loro colorati ‘uccelli di carta’ anche durante spettacoli notturni. Inoltre laboratori didattici si alterneranno a momenti musicali. ‘Pilota’ d’eccezione sarà, ancora una volta, Edy Angelino, aquilonista capace di far compiere acrobazie al ritmo di musica anche a 4 aquiloni indipendenti. Dal momento che l’evento si svolgerà durante il ponte di Ognissanti, il Festival degli Aquiloni di San Vito Lo Capo abbraccerà anche temi religiosi e spirituali. E lo farà proponendo, in particolare, la scoperta di una tradizione che arriva direttamente dal Guatemala e che verrà rappresentata da alcuni aquilonisti del paese centroamericano d’origine Maya. Secondo le credenze religiose guatemalteche infatti, lasciando librare gli aquiloni nei pressi di un cimitero, è possibile condividere con le anime dei defunti messaggi di pace ed armonia. (Antonio Schembri)