Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Esprit de fenêtre. Le scatole di Chiara Briganti

Fascino, mistero e significato delle scatole-ideorama

Galleria Ceribelli | Bergamo | 10/11/2012 - 20/02/2013

È una grande mostra quella che si apre sabato 10 novembre alla Galleria Ceribelli di Bergamo ma soprattutto una rara occasione di ammirare le opere di un’artista poco nota al grande pubblico ma molto apprezzata dalla critica -artistica e letteraria- che ha sempre frequentato il suo studio e amato le sue invenzioni prospettiche. Chiara Briganti (Montpellier, 1921) realizza da più di quarant’anni le sue scatole-ideorama, come le definì Mario Praz nella ricerca della parola appropriata per identificare queste opere prospettiche, mise-en-boîte d’objets trouvés, che rappresentano, senza mai diventare didascaliche, racconti fiabeschi, allusioni e citazioni letterarie, evocazioni di momenti storici, spesso in una relazione non immediata con il testo figurato. Le opere visionarie di Chiara Briganti che si situano in una linea di continuità che discende dai maestri del dadaismo e del surrealismo quali Marcel Duchamp, Man Ray e Joseph Cornell. sono collages, silhouettes, paesaggi dipinti, frammenti di cristalli racchiusi in scatole di diverse fattezze, a volte scrigni di vetro, a volte solidi forzieri. Ed è l’autrice stessa a confessare che suoi lavori, come in una sorta di autoanalisi, traducono e trasfigurano sogni e ossessioni, gioie e dolori privatissimi dando corpo ad una mitologia personale che stimola l’immaginazione di chi li osserva e di cui lei sola detiene il segreto. La mostra presenta tutta produzione dell’artista, dai primi lavori che risalgono agli anni Settanta ai più recenti realizzati nell’anno in corso, e si sviluppa nelle numerose sale della galleria che sono state trasformate in luoghi poetici ed evocativi dall’allestimento progettato e realizzato da Graziano Gregori.

 x

Info: http://www.galleriaceribelli.com