Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Davide Peiretti

Le stagioni dell'informale. Torino 1960-1980

Sede dell'Archivio di Stato | Torino | 25/01/2014 - 22/02/2014
Davide Peiretti

Nata nella seconda metà del Novecento, proprio alla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’arte informale si sviluppa per negare in modo esplicito la forma e ogni concetto razionale che ne deriva. Da questo momento in poi gli artisti danno maggiore importanza ai materiali impiegati e al gesto che diviene così parte integrante dell’opera d’arte. Non più forma e immagini, quindi, ma superfici rugose, morbide o lisce, tele tagliate, luci al neon…ogni opera reca con sé la provocazione, talvolta il disagio dell’artista per un periodo storico tanto travagliato. In Italia, Davide Peiretti (1933-2008) si impone come una delle figure di riferimento del movimento informale. Nella sede dell’archivio di stato di Torino si inaugurerà il 25 gennaio fino al 22 febbraio, la mostra Davide Peiretti. Le stagioni dell’informale. Torino 1960-1980, dedicata all’artista italiano. L’esposizione ripercorrerà l’esperienza pittorica e la personalità di Davide Peiretti e di altri interpreti della stagione informale italiana, tra cui Cherchi, Comazzi, Galvano, Garelli, Gribaudo, Mastroianni, Ruggeri, Saroni, Scroppo, Soffiantino. Tutti i sabati della mostra si terranno nell’ipogeo dell’Archivio, concerti di musica classica per rendere omaggio alla passione dell’artista per la musica.