Notizie dal mondo della cultura

News

Cerca altre news
Di Sosta in Sosta

Cioccolarte alla Corte di Arlecchino

Una perla rinascimentale

Loggia e Odeo Cornaro | Padova | 10/02/2013 - 10/02/2013

Dopo lo straordinario successo ottenuto Cioccolarte, visite guidate a cura dell’Associazione la Torlonga, torna alla Corte di Arlecchino. Nell’incantevole cornice della Loggia Cornaro, il commediografo Angelo Beolco detto il Ruzante rappresentò alcune tra le sue più belle opere teatrali. Perla architettonica del Rinascimento padovano, la dimora si trova in Via Cesarotti a pochi passi dalla celebre Basilica del Santo. La visita guidata vuole rappresentare l’occasione per approfondire alcuni tra i temi più significativi presenti negli affreschi e negli stucchi che decorano il complesso monumentale padovano. Un viaggio alla scoperta delle bellezze artistiche e dei segreti che si celano all’interno dei suoi suggestivi ambienti cinquecenteschi come i “Pianeti”, le “Stagioni” della Loggia, le grottesche e i pregevoli stucchi modellati nelle volte a botte dell’Odeo. Nel corso della visita al complesso monumentale si analizzerà la rete di relazioni sociali e culturali che animò il cenacolo fondato dal colto ed eclettico Alvise Cornaro. Attraverso un breve profilo storico e biografico verranno presentati alcuni tra gli artisti e i letterati maggiormente attivi nella Padova del Cinquecento, tra cui Pietro Bembo, Giovanni Maria Falconetto, Andrea Palladio e Ruzante. Al termine della visita guidata, nel suggestivo scenario della Loggia, sarà offerta la cioccolata calda di produzione artigianale della Gelateria Friso. Accesso consentito a massimo 30 persone per ogni fascia oraria; è consigliata la prenotazione; ingresso: € 7,00 (include il biglietto di ingresso al monumento, la visita guidata e la degustazione della cioccolata calda al termine della visita). Costituitasi nel maggio 2000, l’associazione La Torlonga nasce con lo scopo principale di recuperare e valorizzare siti appartenenti al patrimonio storico-artistico e culturale dimenticati o poco noti al pubblico. Il termine Torlonga sembra derivi dalla contrazione linguistica di “torre lunga”.