Di Sosta in sosta

Luoghi della Cultura

Castello a Mare

Da fortezza difensiva a simbolo della cultura

Via Filippo Patti - 90133   Palermo
Castello a MareCastello a Mare

Quello che oggi è solo un rudere, cela una storia lunga più di dieci secoli, quando venne costruito in epoca arabo-normanna, intorno al IX secolo. La sua posizione strategica sul mare ne faceva una fortezza difensiva per il porto, un baluardo della sicurezza per la città. Nei secoli ha subito cambiamenti strutturali per adeguarsi alle diverse funzioni, passando da moschea a chiesa normanna a sede, nel lungo periodo di dominazione spagnola, del tribunale dell’Inquisizione, sede che fu poi trasferita a Palazzo Steri. Le sue prigioni sotterranee divennero tristemente famose per le migliaia di vittime che vi venivano rinchiuse e torturate, fino all’epilogo definitivo, quando un’esplosione le distrusse provocando la morte di carcerieri e prigionieri, tra cui il poeta locale Antonio Veneziano. Dopo esser rimasto abbandonato per secoli, fu ulteriormente danneggiato da cariche esplosive per agevolare l’espandersi del porto. Il Comune, in questi anni, ha messo in atto un’importante opera di restauri per rivalorizzare il maniero e la zona circostante. È possibile, infatti, non solo visitare i reperti che sono stati ritrovati, ma anche assistere a manifestazioni e concerti, godendo dello splendido scenario della costa palermitana. (Claudia Marsala)